assovetro logo  
 
 
Contenitori in vetro
     
Progetto CAST: CAST 1 - Linee guida di applicazione Reg. 2023/2006

Le “Linee guida generali e specifiche per l’applicazione del Regolamento 2023/2006/CE alla filiera dei materiali e oggetti destinati al contatto con gli alimenti”, realizzate da Assovetro e dalle altre Associazioni di categoria operanti nella filiera alimentare, rappresentano il primo risultato concreto del Progetto CAST (Contatto Alimentare Sicurezza e Tecnologia), avviato nel 2007 con il coordinamento scientifico dell’Istituto Superiore di Sanità, al fine di sperimentare nuove strategie di approccio integrato alla sicurezza alimentare in tema di materiali a contatto con gli alimenti (MCA).
Il documento, alla cui stesura l’Associazione ha partecipato anche con il supporto tecnico delle Aziende associate e con il supporto scientifico della Stazione Sperimentale del Vetro, è stato ufficialmente presentato a Roma il 20 novembre 2009 e costituisce il primo esempio di approccio integrato tra le Filiere operanti nel settore alimentare compiutamente realizzato nell’Unione Europea, grazie al quale è stato possibile mettere a disposizione di tutti gli attori della Filiera esempi pratici di buone pratiche di fabbricazione, sia sotto il profilo applicativo generale, sia sotto il profilo specifico di ogni settore.
Le Linee guida sono costituite da una Presentazione, una Parte generale per l’applicazione del Regolamento 2023/2006/CE sulle buone pratiche di fabbricazione (Good Manufacturing Practices GMP), ed una Parte contenente le linee guida specifiche per l’applicazione del Regolamento ai diversi materiali da imballaggio (Alluminio, Carta e cartone, Imballaggi flessibili, Legno, Materie Plastiche, Metalli, Tappi di sughero, Vetro).
Il documento si completa con un’appendice, che esamina altri aspetti connessi alla sicurezza alimentare, non espressamente richiamati dal Regolamento 2023/2006/CE, ma strettamente connessi alla pratica delle filiere del food packaging.
Sono pubblicate sul sito dell’Associazione le parti delle Linee Guida CAST di più diretto interesse della categoria, ovvero la Parte A completariguardante gli aspetti di carattere generale, ed il Capitolo B.9 della Parte B relativa ai contenitori in vetro.Precediamo la pubblicazione di detti documenti con una indicazione schematica dell’indice complessivo delle Linee Guida e con laPresentazione alle stesse per completezza di informazione.

ico/zip.gif
Scarica la cartella


Progetto CAST: CAST 2 - Linee guida riscontri documentali Reg. 2023/2006

Dopo la predisposizione nel 2009 delle "Linee guida generali e specifiche per l'applicazione del Regolamento 2023/2006/CE alla filiera dei materiali e oggetti destinati al contatto con gli alimenti", realizzate da Assovetro in collaborazione con le Associazioni di categoria operanti nella filiera alimentare nell'ambito del Progetto CAST 1 (Contatto Alimentare Sicurezza e Tecnologia) e con il coordinamento scientifico dell'Istituto Superiore di Sanità nel 2013 sono state predisposte le "Linee guida per il riscontro documentale sull'applicazione del Regolamento (CE) n.2023/2006" sulle buone pratiche di fabbricazione nella filiera di produzione dei materiali e oggetti destinati a venire in contatto con gli alimenti di cui al Progetto CAST 2. 
Anche per il secondo Progetto CAST, sono state adottate le medesime strategie di approccio integrato alla sicurezza alimentare in tema di materiali a contatto con gli alimenti (MCA) già adottate con successo nel caso del CAST 1.
Per la redazione delle "Linee guida per il riscontro documentale sull'applicazione del Regolamento (CE) n.2023/2006", le quali rappresentano la prima, ed al momento anche l'unica esperienza di riferimento in Europa in merito all'applicazione del Regolamento CE n. 2023/2006, l'Associazione si è avvalsa del supporto tecnico delle Aziende associate e del supporto scientifico della Stazione Sperimentale del Vetro. 
Le Linee guida, che sono state ufficialmente presentate a Milano il 16 ottobre 2013, propongono schede pratiche commentate per il riscontro documentale, distinte per le filiere dei materiali. 
Le Linee guida sono costituite da una Premessa, da una Parte A di descrizione generale e da una Parte B contenente le Linee guida specifiche e settoriali per il riscontro documentale sull'applicazione del Regolamento (CE) n.2023/2006.
Sono pubblicate sul sito dell'Associazione le parti delle Linee Guida CAST di più diretto interesse della categoria, ovvero la Parte A ed il Paragrafo B.9 relativo al Vetro.
Precediamo la pubblicazione di detti documenti con una indicazione schematica dell'indice complessivo delle Linee Guida e con la Premessa alle stesse per completezza di informazione.

ico/pdf.gif
Scarica il PDF



Linee guida per la valutazione dell'idoneità al contatto con alimenti del packaging realizzato con materiale proveniente da riciclo

Nel 2011, nell'ambito della Commissione Tecnica Food Packaging dell'Istituto Italiano Imballaggio, della quale anche Assovetro fa parte, sono stati avviati i lavori di redazione delle "Linee guida per la valutazione dell'idoneità al contatto con alimenti del packaging realizzato con materiale proveniente da riciclo", che sono state pubblicate nel 2013.
Il lavoro è un articolato ed esauriente compendio sul tema degli imballaggi destinati a contenere alimenti realizzati con materiale proveniente da riciclo.
Alla stesura del documento, l'Associazione ha partecipato con alcuni esperti delle Aziende associate, del Co.Re.Ve. e della Stazione Sperimentale del Vetro, assumendo il coordinamento di un gruppo di lavoro specifico riguardante la filiera del vetro.
Le Linee guida sono costituite da una parte generale, comprensiva di un inquadramento macroeconomico, a livello nazionale ed europeo e della descrizione dei canali di raccolta dei rifiuti da imballaggio e da più parti specifiche, una per ciascuna filiera di materiale da imballaggio.
Sono pubblicate sul sito dell'Associazione le parti delle Linee guida di più diretto interesse della categoria, ovvero l'indice, la parte generale e la parte specifica della filiera del Vetro.

ico/pdf.gif
Scarica il PDF

 

Studio ASTRA. "Gli Italiani e gli oggetti in vetro e cristallo per la tavola, la cucina e la casa"

Nella primavera del 2009, Assovetro ha commissionato ad ASTRA Ricerche la realizzazione di uno studio sul rapporto degli italiani con gli oggetti in vetro e cristallo per la tavola, la cucina e la casa, i cui risultati sono stati ufficialmente presentati nel corso di un'apposita conferenza stampa svoltasi a Milano il 14 ottobre 2009.
Lo studio che viene qui pubblicato è stato realizzato sulla base di un articolato questionario che ha esaminato diverse aree di comportamento degli Italiani nei confronti degli articoli e degli oggetti in vetro e cristallo per uso domestico. 
Il questionario è stato somministrato a un campione rappresentativo della popolazione italiana di età compresa tra i quattordici ed i settantanove ed i settantanove anni, pari ad un universo di 48,6 milioni di persone.
Le conclusioni della ricerca hanno evidenziato molti punti di forza degli oggetti in vetro o cristallo per uso domestico, massimamente diffusi ed apprezzati dai consumatori italiani, i quali oltre a riconoscerne i pregi e le innumerevoli qualità (salute, sicurezza, ecologicità), li ritengono una chiara espressione del Made in Italy. Il 69% dei soggetti intervistati possiede e utilizza oggetti in cristallo, solo un abitante su mille non possiede e usa oggetti in ambito domestico.
In particolare, nell'ultimo triennio, il 56% degli Italiani intervistati ha comprato personalmente oggetti in vetro e/o cristallo per la propria abitazione. Si tratta di 28,5 milioni di cittadini, soprattutto al di sotto dei quarantacinque anni, con reddito e titolo di studio medi o superiori, residenti in tutta Italia (la maggioranza proviene dal Veneto), internauti e dotati di grande leadership.

ico/pdf.gif
Scarica il PDF


Gli Italiani e i contenitori per prodotti alimentari

Una ricerca presentata da Enrico Finzi, direttore di Astra Demoskopea, ha evidenziato che il 72% dei giovani intervistati ritiene il vetro il materiale in assoluto preferibile per via delle caratteristiche seguenti: è sano, non altera il gusto, conserva l’alimento nel tempo, è igienico e sicuro, non si può manomettere.

ico/ppt.gif
Scarica il Power Point


Quaderno n°4

Il Quaderno N. 4 “Obblighi per materiali e oggetti a contatto con gli alimenti – Codice di comportamento dell’Industria Italiana del Vetro da Imballaggio”, realizzato da Assovetro nel 2009 e revisionato nel 2011, affronta la questione della conformità degli imballaggi in vetro destinati al contatto alimentare. La pubblicazione è nata dal lavoro di verifica e di approfondimento compiuto in ambito associativo dalle Aziende associate produttrici di contenitori e di oggetti in vetro destinati a venire a contatto con gli alimenti, contemporaneamente allo sviluppo del Progetto CAST del 2009, mediante il quale, grazie anche al coordinamento scientifico dell’Istituto Superiore di Sanità sono state sperimentate ed efficacemente realizzate chiare strategie di approccio integrato alla sicurezza alimentare per la tematica dei Materiali in Contatto con gli Alimenti (MCA), Progetto al quale Assovetro ha partecipato proficuamente. Nel Quaderno n.4 sono stati esaminati prevalentemente i contenuti normativi del Regolamento comunitario n. 2023/2006, con particolare attenzione ai profili della sicurezza e della conformità, e successivamente sono stati presentati esempi pratici degli adempimenti richiesti alle Vetrerie per dimostrare l’idoneità dei loro prodotti al contatto alimentare ed alla applicazione delle GMP.

ico/pdf.gif
Scarica il PDF


I benefici della raccolta-riciclo in Italia

ico/pdf.gif
Scarica il PDF
 
Copyright 2009-2017 Assovetro.Tutti i diritti riservati. Privacy - Credits